The Mozetic Carlo's WEB site

Nel mondo c'è tanta gente che "dice" di saper fare cose straordinarie, ma sono in pochi quelli che le sanno fare realmente...

Le tre Grazie

Mar 302020

undefined

Ecco le tre grazie, Grazia, Graziella e... vabbé, stendiamo un pietoso velo! Grazie o... dis-grazie? Questo è il dilemma!.. Ebbene queste tre "signore" hanno in comune un motto che ricorda vagamente quello di un noto personaggio religioso vissuto duemila anni fa che recita più o meno così: "FOTTI il prossimo tuo almeno tanto quanto tu ami te stessa...". Beh no, forse lui non diceva proprio così... Ma se oggi queste tre donne ricoprono alcune delle massime cariche istituzionali in Europa ci sarà pure un buon motivo, non Vi pare?

La Von der Leyen, l'11 marzo socorso, ha esordito per prima con un lungo messaggio distensivo e rassicurante a tutti gli italiani nella nostra lingua sfoggiando un sorrisetto beffardo simile a quello di frau Bluher nel film "Frankestain Junior"... Era il famoso giorno in cui in Italia per la prima volta si sono contate quasi 900 vittime per il corona-virus in sole 24 ore.

Tutto il mondo si è sentito toccato da questo nostro grave lutto e ha voluto stringersi attorno al nostro Popolo "colorando" i loro edifici più simbolici con il tricolore italiano.

Poi, il giorno dopo, Mrs. Lagarde, la "seconda delle tre Grazie", ha sganciato il primo ordigno nucleare contro il nostro Paese...

Booooommm!!!... e così quel giorno Piazza Affari in meno di tre ore ha perso 17 punti percentuali... E meno male che nella UE erano "tutti italiani", forse lo erano fino al giorno prima ma poi evidentemente ci hanno ripensato.

La botta è stata così forte che si è "svegliato" pure il nostro Presidente della Repubblica che fino al giorno prima sembrava teneramente accoccolato fra le braccia di Morfeo. Tutti i nostri politici sono saltati sulla seggiola, all'unanimità e senza eccezioni, per fortuna... Qualcuno forse avrebbe voluto "nicchiare" come al solito, ma di fronte a cotanta violenza, tanto spropositata quanto palese, ha dovuto per forza seguire la corrente degli indignati...

A questo punto era necessario un chiarimento, al di là dei numerosi convenevoli che si sono resi necessari "dopo" la deflagrazione dell'ordigno Lagarde per "raffreddare" gli animi più accesi. E quale poteva essere una migliore occasione di sfruttare l'Eurogruppo del 16 marzo che si è tenuto in videoconferenza? E in quell'occasione infatti fu deciso di sospendere il patto di stabilità e la riforma del MES, congiuntamente al via libera agli aiuti di Stato e alla flessibilità sul deficit... Sembrava quindi che ci fosse una tregua, anche se i mercati finanziari continuavano a ondeggiare paurosamente.

Ma mentre l'Italia e altri Paesi dell'UE facevano pressing per convincere la BCE a contenere le perdite economiche causate dall'attuale situazione di emergenza sanitaria iniettando massicce dosi di liquidità con la garanzia di tutti gli Stati Membri, la Von der Leyen, la "prima Grazia", diceva che questi fantomatici "coronabond" in fondo erano solo uno "slogan" e che la UE non ci stava lavorando... Alla faccia! Ma quant'è "brava" questa donna!... Mr. Conte, caro Avvocato degli Italiani, non ti pare che (forse) hai sbagliato platealmente nel sostenerla per la carica di Presidente della Commissione Europea?! Rifacci un pensierino, và...

In questo stesso contesto il 25 marzo scorso il Ministro dell'Economia tedesco Altmaier ha infierito nuovamente sulla proposta italiana definendo i "coronabond" un dibattito vuoto, una riedizione di concetti vecchi e già respinti. E il NO categorico agli EuroBond è stato poi confermato anche il giorno dopo da tutti i Paesi del nord Europa, Germania in testa, in occasione del Consiglio Europeo che si è tenuto anch'esso in videoconferenza. E fu proprio la "terza Grazia", l'ineluttabile Merkel, a darci il benservito. State sereni, Paesi del nord Europa, noi Italiani ce ne ricorderemo a lungo di questa vostra posizione, ECCOME se ce ne ricorderemo, lo ricorderemo al momento più opportuno!...

In quell'occasione il ns. Primo Ministro ha ribadito che gli EuroBond (o coronabond che dir si voglia) sono gli strumenti finanziari più adeguati per reagire a questa "guerra", che dobbiamo combattere tutti insieme per vincerla quanto più rapidamente possibile. "Che diremo ai nostri cittadini se l’Europa non si dimostra capace di una reazione unitaria, forte e coesa di fronte a uno shock imprevedibile e simmetrico di questa portata epocale?" E ha aggiunto: "Quei meccanismi costruiti per intervenire in caso di shock asimmetrici, quelli che portarono la trojka in Grecia, oggi non servono! Voglio dirlo chiaro: non disturbatevi, ve li potete tenere, perché l’Italia non ne ha bisogno". E in conferenza stampa ha anche voluto sottolineare quanto segue.

Ecco, questo sarebbe il primo discorso del ns. Premier che rasenta i limiti della decenza dall'inizio del suo mandato. Forse anche lui dev'essersi stancato di farsi strizzare le palle dai nostri Paesi "amici", cioè dall'Olanda, dall'Austria, dalla Finlandia, dalla Germania e pure dalla Francia, anche se stavolta però quest'ultima è stata costretta in extremis ad accodarsi ai sostenitori degli EuroBond per superare questa tremenda crisi... E questa è una cosa strana, perché fino a l'altro ieri noi Italiani eravamo additati dai Francesi come degli "untori", sporchi, mafiosi e mangiatori di pizza, opportunamente condita al corona-virus.

Certo è che è doloroso dover ammettere di avere oggi al Governo una classe politica completamente priva di "attributi" maschili, veramente questa situazione si trascina ormai da molti anni, è iniziata col Governo Monti che si era calato completamente le braghe davanti ai membri dell'Eurogruppo mostrando il nostro "didietro" e invitandoli alla... "trapanazione"... E questo personaggio, di fronte a queste "sfarzose manifestazioni di solidarietà" che ci piovono addosso da alcuni Paesi UE, dovrebbe avere il buon gusto di TACERE, esattamente come dovrebbe fare anche la ex Ministra Fornero.

L'atteggiamento di un vero leader si riconosce non solo per quello che dice, cosa questa che sarebbe già graditissima da qualunque Popolo, ma anche per COME egli lo dice... Ecco un candido esempio di un vero leader.

Sta il fatto che adesso gli Italiani si sono accorti seriamente che questa "Europa" ha poco senso di esistere perché è stata concepita male e soprattutto è stata "costruita" MOLTO peggio!.. Di questo dobbiamo rendere grazie a quel "caro" professore di Reggio Emilia, amante della mortadella, un certo Romano P., professore emerito di straputtanate economiche e geopolitiche industriali, un soggetto penoso e delirante che ha iniziato ad affossare l'Italia quasi quarant'anni fa e che ha continuato a farlo imperterrito senza guardare in faccia a nessuno fino ad oggi regalandoci quel gran "capolavoro" che si fa chiamare Unione Europea. Uno che non si è mai stancato di sparare minkiate nel corso degli anni pur di non ammettere i suoi catastrofici errori, un altro soggetto che dovrebbe avere il buon gusto di TACERE e che invece ancora oggi inonda di ridicole e gratuite stronzate le pagine dei rotocalchi compiacenti... Poveretto!

Ma anche il mondo dello spettacolo si è risentito per l'atteggiamento "gentile" dei nostri fratelli-fratricidi tedeschi. Ecco un esempio calzante, anche il buon Solenghi ha qualcosa da dire alla Germania.

D'altra parte in questa situazione così delicata e triste abbiamo tutti bisogno di una nota di colore per rivedere un pò di speranza, e come non accorgersi dell'acceso dibattito politico interno che non manca di regalarci alcune indimenticabili "perle di saggezza"?.. Ecco ad esempio alcune recenti "chicche" del Governatore della Campania Vincenzo De Luca.

E qui sotto invece abbiamo il Sindaco di Delia (CL) che avrebbe qualcosa da dire ai suoi concittadini che continuano ad affermare sui social che "andrà tutto bene"...

E infine qui sotto c'è un altro De Luca, un certo Cateno, mitico Sindaco di Messina, uno che evidentemente odia le proprie coronarie a tal punto di farsele "saltare" ormai quotidianamente quando sente parlare di "gente" che attraversa lo stretto per futili motivi o semplicemente che "porta a pisciare i cani"... E a quanto pare anche col Ministero dell'Interno avrebbe qualche sassolino nelle scarpe che si vorrebbe togliere... Guardate qua.

Comunque c'è poco da ridere... Un Paese che ad oggi conta oltre 101.000 persone contagiate e quasi 11.600 morti non consente a NESSUNO di prendere alla leggera questa enorme tragedia. Qualche minuto di sarcasmo leggendo questo post o guardando Striscia la Notizia è consentito a tutti, per carità, aiuta la mente a superare le terribili immagini che continuamente provengono dai nostri Ospedali ormai ultra-saturi, là dove migliaia di "ANGELI" (medici e infermieri straordinari) sorvegliano e assistono i nostri cari ad affrontare questa orribile epidemia... Questo noi non dobbiamo MAI dimenticarlo, anzi dobbiamo tenerlo gelosamente custodito nei nostri cuori, per sempre! Solidarietà anche al Popolo spagnolo e ai loro medici e infermieri che purtroppo in questo momento stanno vivendo un momento veramente drammatico e con un numero di vittime davvero spaventoso!

E concludo ringraziando tutti i Paesi che si sono veramente dimostrati "Amici" con la A maiuscola, e cioè la Cina, la Russia, Cuba, gli Stati Uniti e perfino l'Albania (non per ultima), Paesi che si sono dimostrati di essere VERAMENTE "vicini" all'Italia in un momento di assoluto bisogno come quello cho oggi stiamo vivendo. GRAZIE!

Carogna virus - News

Mar 112020

undefined

"Fratelli d'Italia, l'Italia s'appesta, del morbo di scimmio s'è cinta la testa"... Già, dicono che presto è così che cambierà l'inizio del nostro inno nazionale. Ma, scherzi a parte, ecco come si presenta 'sto carognone, anche se l'immagine sopra riportata per qualcuno lo fa sembrare quasi "carino" in realtà questo maledetto virus è una vera e propria macchina da guerra. Infido, rognoso, e talvolta pure spietato!

All'inizio qualche grandissimo coglionazzo lo aveva paragonato a "qualcosa di poco più di una influenza", e derideva i cinesi che, durante il festival di Sanremo, lo stavano affrontando con grande coraggio e determinazione additandoli come sporchi, idioti e incapaci... Poi, invece, a distanza di qualche giorno gli stessi coglionazzi di prima smisero di commentare il culo della Lamborghini, nonché i travestimenti di Achille Lauro, e iniziarono ad avere davvero paura...

Del resto, questi coglionazzi tali sono e tali rimangono, il più delle volte trattasi di parassiti che agiscono solo d'istinto, acefali, arroganti, arrampicatori sociali, gente che si crede molto furba e invece quasi sempre si dimostra essere completamente priva di senno, nonché dotata solo di una ignoranza crassa e ormai incancrenita. Talvolta diventano pure ridicoli al punto che qualche "sommo" regista un tempo ci ha costruito sopra dei veri e propri capolavori del divertimento...

Ma la cosa più triste è che oggi il coglionazzo tipico non ha età... nel senso che in giro si possono trovare tanti coglionazzi maturi, ovvero quelli di una certa età che al limite potrebbero anche giustificare la propria ignoranza con il loro scarso livello di istruzione, sempre che ne abbiano mai avuto uno. Ma esistono anche coglionazzi molto più giovani, veri e propri imbecilli calzati e vestiti, trogloditi prezzolati, viziosi radical chic, molto spesso pure laureati, smidollati che non hanno coltezza di nulla di ciò che li circonda, talora addirittura sembra che non sappiano nemmeno di esistere!.. E mi piacerebbe proprio sapere chi è stato quell'idiota che gli ha conferito la laurea, di certo non dev'essere stato un personaggio molto migliore di loro. Ebbene essi pensano che la loro esistenza sia subordinata solo al destino o alla fortuna, soggetti che vivono la propria giornata socializzando e sparando minkiate in mezzo ad altri soggetti dementi e strafumati. Restano attaccati a una bottiglia di birra mentre osservano con totale indifferenza migliaia di cinesi che soffrono e altrettanti medici e infermieri che si dannano l'anima per fermare un contagio che troppo spesso ammazza la gente... E invece, questi ridicoli furbetti rintronati come campane, avvezzi soltanto all'apericena di gruppo, alzano le spallucce e pensano soltanto a organizzare la movida notturna. Dicono che lo fanno perché devono ritrovare se stessi a causa delle loro lunghe giornate lavorative, stressanti e movimentate... Sì, certo, per loro sedersi su una sedia in ufficio dietro a una scrivania significa lavorare come se non ci fosse un domani, magari trascinandosi di tanto in tanto davanti a una macchinetta del caffé per almeno 6 volte al giorno, dopo essere stati appena 10 minuti scarsi di fronte a un monitor a riempire le caselline di excel con numeri sbagliati, o a leggere e rispondere a stupide email di altri imbecilli degenerati, oppure dopo essersi divertiti a giocare con Internet per fare acquisti inutili o a messaggiarsi raccapriccianti puttanate su whatsapp... E quando si svegliano la mattina questi "grandi" lavoratori stacanovisti si ritrovano talmente rincoglioniti che non si ricordano nemmeno come si chiamano, dove si trovano e da dove vengono... Beati loro!

Mica gli viene in mente che non è assolutamente normale vedere migliaia e migliaia di medici e infermieri del sol levante che da qualche tempo si imbacuccano come palombari e lavorano 18 ore al giorno per assistere malati e per tentare di trovare una cura per decine di migliaia di persone, che spesso e volentieri ci lasciano le penne quando si ritrovano attaccati a un tubo sopra a uno squallido letto di ospedale. Mica gli viene in mente che questa cosa può succedere a tutti, e che potrebbe capitare anche a loro, o peggio ai loro genitori o ai loro parenti più anziani, che addirittura rischierebbero seriamente la vita se fossero colpiti da questa virus maledetto. Mica gli viene in mente che potrebbero essere proprio loro un pericoloso veicolo di infezione a causa delle loro bravate notturne... Come li volete chiamare questi soggetti? Coglionazzi? Imbecilli? Minkioni? Rintronati? 'mbriachi de pippe? Trovatelo Voi un valido attributo per questi buontemponi, io ormai non saprei proprio più come classificarli... Cari fighetti debosciati adesso ve ne starete a casa buoni buoni, e se continuerete a rompere le palle con la vostra movida del cazzo vi beccherete una bella sanzione di 206 euro (io l'avrei almeno quadruplicata) e pure una sonora denuncia e tre mesi di reclusione... Contenti?! Se i vostri genitori non vi hanno ancora insegnato a far funzionare i neuroni adesso ci dovrà pensare lo Stato... Eeeh sì, è proprio così che funziona... E purtroppo sarà MOLTO dura per voi cambiare abitudini, ma dopo tutto trattasi di un disegno divino e stavolta sarete costretti a rassegnarvi e ingoiare questa cura da cavallo!.. E per i più riottosi vuol dire che ci faremo tutti delle gran belle risate a vederli finire in disgrazia, finalmente, con tanto di regolare attestato di sputtanamento, timbrato e firmato dalla Procura. He he he, che goduria!.. Coglionazzi di tutta Italia: stavolta è la vostra ultima occasione per evitare di essere considerate tali... Approfittatene, ne va del vostro futuro... Essere additati vita natural durante (e da tutti) come delle "grandi teste di cazzo" non è proprio il massimo della vita!

E purtroppo siamo anche arrivati al punto che alcuni VIP, vista l'ormai penosa situazione in cui emerge la scarsissima consapevolezza della parola "civiltà" (superficialmente insita nei rarissimi neuroni attivi dei nostri giovani italioti), hanno voluto spontaneamente invitare questi emeriti coglionazzi ipercinetici a stare più tranquilli e a mettersi a riposo per qualche giorno...

Ma la colpa è anche del nostro Governo che ha gestito e continua a gestire questa situazione in una maniera ridicola e schizofrenica. Prima si è detto che questo virus era poco più di una influenza e che i morti in fondo erano solo persone anziane e che quasi sempre avevano anche altre patologie, come se gli anziani fossero ormai destinati alla loro estinzione naturale... Poi qualche giornalista più saggio una sera gli ha spiegato che anche gli anziani sono persone come tutti gli altri, e non era proprio il caso di distinguerli come una categoria di poveri sfigati che possono solo essere abbandonati al loro crudele destino.

Poi, siccome i contagi in Asia aumentavano vistosamente, il Governo ha avuto la "grandiosa" idea di bloccare i voli diretti da e per la Cina... senza pensare minimamente che gli arrivi e le partenze dei voli per quel Paese spesso fanno scalo in altri aeroporti internazionali. Ovviamente questa misura restrittiva ha solo avuto successo nel far incazzare i cinesi, che dopo averci giustamente sfanculato si sono segnati una bella nota da tenere presente per il futuro. A questo punto, consci della loro straputtanata galattica a livello diplomatico, i nostri politici hanno tentato di metterci una pezza a colori elogiando il popolo cinese e invitando tutti gli italiani a stringersi attorno alle loro sofferenze e ai loro numerosissimi lutti. Che figura di merda!

In quel periodo in Italia noi avevamo solo n.3 casi ufficiali di contagio accertato, due biologi cinesi e un ragazzo italiano, tutti ricoverati allo Spallanzani di Roma. Poi è scoppiata la "bomba" di contagi a Codogno nel Lodigiano e nel Veneto, una vera e propria deflagrazione improvvisa e inaspettata come un fulmine a ciel sereno... A questo punto i Governatori delle due regioni del nord Italia hanno chiesto immediatamente l'isolamento totale dalla Cina, in particolare hanno chiesto di mettere in quarantena tutti i bambini, cinesi e non cinesi, che hanno recentemente viaggiato nei Paesi del sol levante... Apriti cielo! Tutti i politici della maggioranza, e senza alcuna eccezione, hanno additato i due Governatori addirittura come razzisti e fascisti, hanno inveito vomitando insulti, un'apoteosi di ingiurie così eclatante nei confronti di due massimi esponenti politici regionali del nord non si era mai vista nel passato della nostra Repubblica!

In realtà, erano gli economisti a fare pressione sul Governo... Oddio!!! Chissà cosa mai succederà se si dovesse fermare l'economia italiana!.. Prevedevano fulmini e saette da Bruxelles e da tutte le parti del mondo, ma fin'ora nessuno ha fiatato più di tanto, anche perché sanno bene che quello che è successo in Italia prima o poi succederà anche a loro. Già, il benessere dell'economia a confronto della vita della gente... Certo è che la presenza stessa di questi economisti rincoglioniti, soprattutto quelli che oggi si ritrovano nel nostro Governo, non rappresentano proprio un bel quadretto per il nostro Paese, questi superscienziati improvvisati proprio non ci fanno fare una bella figura... Dare all'economia di un popolo maggiore importanza della vita stessa delle singole persone che lo compongono io credo che sia qualcosa di veramente aberrante e disgustoso! In questo contesto tutti questi economisti "perversi" e "deviati" dovrebbero essere tutti presi a calcioni nel culo, indipendentemente dal loro inquadrameno e dal loro curriculum!

Ma quest'ultima "sparata" del Governo si è ridimensionata prestissimo, quando i numeri dei contagi in Italia è cominciato a crescere esponenzialmente, così come il numero dei morti, la maggioranza ha iniziato a capire che poi l'iniziativa dei due Governatori non era per niente una cattiva idea e hanno cominciato ad applicare numerose restrizioni ai comportamenti sociali sempre più pressanti attraverso alcuni decreti urgenti, restrizioni che per i coglionazzi sopra descritti sono passati nella totale indifferenza, è ovvio...

Ultimamente però qualcuno deve aver iniziato a far girare i neuroni e, nell'intento di arginare i comportamenti dei numerosissimi coglionazzi che girano in Italia ci ha messi tutti in quarantena obbligatoria... Oddio, non proprio una vera e propria quarantena da "pandemia" ma forse a breve ci arriveremo comunque. Attenzione però: non è assolutamente detto che chiudere per un mese un'attività commerciale sia una cosa del tutto indolore, e soprattutto non è assolutamente detto che questa attività possa riaprire al termine della pausa imposta dal Governo. Ad esempio: una pizzeria deve sempre pagare l'affitto del locale in cui svolge la propria attività, e anche gli stipendi, le tasse e le bollette... Ma se l'attività si ferma per un mese, chi è che paga questi oneri? Ed è proprio qui che dovrebbe intervenire il Governo iniettando tutta la liquidità necessaria a far ripartire le attività, e di questo al momento è stato previsto solamente un piccolo "obolo" di 20 miliardi, uno sputo nel mare (..e meno male, erano partiti da 3,6 miliardi per non irritare troppo la UE..), ma ovviamente si sono tenuti stretti le informazioni sulle modalità di accesso a questi fondi... Praticamente su questo tema non hanno ancora deliberato una beata minkia!..

Chiaramente l'atteggiamento schizofrenico del nostro Governo di fronte all'emergenza coronavirus non è passata inosservata ai membri dell'opposizione che in più occasioni hanno preso lo spunto per schiaffeggiare non soltanto il Presidente del Consiglio dei Ministri, che recentemente ha fatto numerose piroette nel gestire questa dolorosa situazione, ma soprattutto i suoi responsabili della comunicazione, ovvero l'Ing. Rocco Casalino (ex concorrente del Grande Fratello) e la sua "vice", la Dott.ssa Maria Chiara Ricciuti, l'ormai onnipresente compagna di viaggio del ns. Premier durante le sue trasferte a Bruxelles, anche durante il suo precedente incarico sponsorizzato dalla Lega.

Ma per fortuna a Napoli qualche medico più serio ha trovato una fantastica soluzione temporanea che forse aiuterà la sanità italiana a uscire dal guano in cui ci si è invischiata con questo coronavirus...

Trattasi di un farmaco utilizzato per alleviare i sintomi dell'artrite reumatoide, il Tocilizumab (conosciuto anche come Roactemra) che pare sia molto efficace anche per alleviare i pericolosi sintomi respiratori da coronavirus molto velocemente al punto di consentire al paziente contagiato di respirare autonomamente nel giro di 24-48 ore, e addirittura dopo l'assunzione di una singola somministrazione. Praticamente si tratta di un anticorpo monoclonale che agisce proprio contro i ricettori dell'interleuchina-6 (IL-6) il cui eccesso, causato dal virus, provoca una forte infiammazione e di conseguenza la polmonite interstiziale. Anche se il costo di questo farmaco al momento è abbatanza elevato (n.4 siringhe costano poco meno di 1500 euro) potrebbe essere un valido sistema per evitare di dover sottoporre i pazienti più gravi a ventilazione assistita, per diversi giorni o addirittura per settimane.

Una buona notizia può far piacere, soprattutto in queste situazioni di panico e confusione, se non altro aiuta ad allentare un pò la tensione che inevitabilmente ci sta affliggendo da almeno un paio di settimane. Tuttavia ritengo che, al di la degli effetti positivi del Tocilizumab sui pazienti infetti da coronavirus, spero molto vivamente che il Prof. Massimo Martelli possa vincere la sua battaglia per riaprire almeno in parte l'ospedale Carlo Forlanini di Roma. Il Prof. Martelli era il primario del reparto di chirurgia toracica del Forlanini fino al 2015, anno in cui fu definitivamente chiuso dalla Regione Lazio (Zingaretti, con Renzi al Governo) a causa dei continui tagli dei finanziamenti pubblici nei confronti della Sanità italiana perpetrati e reiterati da tutti i Governi di centro-sinistra, a partire dal Governo Prodi del 2006 che già allora ne iniziò lo smantellamento (del resto come tutte le altre cose di cui ci ha "gentilmente" privato l'emerito professore bolognese nel corso delle sue "originali" ed "estroverse" legislature). Il Forlanini era una mega-struttura per un totale di circa 170.000 mq di superficie complessiva nel centro di Roma, nel meraviglioso quartiere Gianicolense, con circa 125.000 mq di superficie coperta, distribuita sui vari piani e circondata da un meraviglioso parco dove i malati potevano riprendersi dopo le lunghe cure mediche alle quali venivano sottoposti. Fu inaugurata nel dicembre 1934 da Mussolini proprio per assistere i malati di tubercolosi e di molte altre malattie infettive che provenivano dall'Africa, una delle pagine più tristi della nostra storia più recente. Oggi purtroppo la maggior parte della struttura si trova nel degrado più totale, praticamente è diventata un rifugio di fortuna per vagabondi e senza dimora. Grazie Romano, ;-) ce ne ricorderemo sempre e comunque, fidati!..

Atom

Powered by Nibbleblog