The Mozetic Carlo's WEB site

Nel mondo c'è tanta gente che "dice" di saper fare cose straordinarie, ma sono in pochi quelli che le sanno fare realmente...

Il tormentone estivo 2024

May 222024

Altro che Sanremo! Buona estate a tutti!

Della serie: quando ci mette lo zampino la RAI... la RAI è sempre la RAI! Ma ATTENZIONE: si parla di RAI e NON di RaiWay, non facciamo confusione!

Comiciamo dalla scenografia: si può avere il coraggio di dire che è stato qualcosa di spettacolare? Location, piscina, piattaforma sulla piscina, palco sulla piattaforma... Queste quattro idee messe insieme hanno in sé qualcosa di grandioso! Ma anche le rifiniture con i fumi confusi dalle lusci del palco e prodotti dal ghiaccio secco non passano inosservati.

Il pezzo: senza alcun dubbio sarà proprio questo il vero tormentone dell'estate italiana 2024, nonostante il playback e il fatto che non sia mai passato per i giudizi di Sanremo e/o quelli dell'Eurofestival...

Le coreografie: ma cosa gli vuoi dire a un capolavoro di questo genere; l'idea di mettere insieme le coreografie fuori dall'acqua con quelle realizzate in acqua da un gruppo di 8 atlete che mettono a disposizione le loro capacità fisiche per creare sequenze così adatte ad accompagnare tali scenografie spettacolari è stata davvero una scelta vincente, unica nel suo genere!

Il corpo di ballo: in questi casi l'eccellenza ha davvero un senso; osservate ciò che fanno le atlete all'interno della piscina, ma osservate bene anche quello che fanno le ballerine sulla piattaforma galleggiante prima di tuffarsi in acqua; in particolare guardate bene quello che riesce a fare la bellerina che si vede subito accanto a Stash (il cantante), sulla sinistra: beh, vabbé... quella è davvero ARTE PURA!

la fotografia e la regia: ma vi rendete conto di quello che hanno avuto il coraggio di realizzare con questo spettacolo?! Luci perfette sotto ogni punto di vista, nonostante l'orario serale; più telecamere a bordo piscina, addirittura con telecamera sub NELLA piscina; stacchi perfetti, zoom da manuale, insomma: un capolavoro da veri Maestri, inatteso ma particolarmente gradito, anche da un pubblico adulto!

Ridicole posizioni UE

Mar 222024

undefined

Ho deciso di prendere le distanze dall'assurda decisione di utilizzare gli interessi bancari dei fondi russi congelati in Europa per finanziare la guerra in Ucraina; secondo me questa è una vera PORCATA, una decisione gravissima che ci costerà molto cara in un prossimo futuro.

Non ho nulla per cui criticare il Popolo russo così come non ce l'ho nemmeno nei confronti di quello ucraino; l'attuale guerra in corso fra i due Popoli secondo me è totalmente insensata e dipende essenzialmente dai loro Governi, non dai cittadini e nemmeno dai militari che combattono fra di loro per una stupida ideologia infantile che si riduce a voler dimostrare a tutti i costi "chi ce l'ha più lungo"...

Ci riempiamo la bocca continuamente con questa parola: "democrazia"... Ma quella che abbiamo oggi qui in Europa non è affatto "democrazia" perché siamo tutti costretti a subire le decisioni di altri personaggi poco credibili che si trovano a Bruxelles soltanto per grazia ricevuta e che nessuno di noi conosce direttamente. Personaggi che prendono arbitrariamente delle decisioni per conto nostro senza averne mai avuto l'autorizzazione. Ci lamentiamo della "poca" democrazia che c'è in Russia e non ci rendiamo conto che il vero "regìme" si trova proprio qui a casa nostra, in Europa.

Voglio essere onesto, molto più di Putin mi spaventano la Von Der Leyen, la Lagarde, Charles Michel, Macron e Scholz, anche presi singolarmente; hanno fatto più danni loro in questi pochi anni in Europa che le sette piaghe d'Egitto ai tempi di Mosè, un vero e proprio cataclisma continentale che si sta abbattendo su di noi, sui nostri figli e sui figli dei nostri figli! Putin è quello che è, è noto che non sia un Santo anche perché se lo fosse non starebbe ancora oggi nel posto dove si trova; nessuno dei capi politici delle varie Nazioni sparse per tutto il globo lo è, figuriamoci in una superpotenza come la Russia che abbraccia un territorio così esteso da avere ben undici fusi orari. Per mettere ordine in un Paese così grande ci vuole uno con le palle e quello di palle ne ha da vendere.

Figuriamoci cosa gli può interessare a Putin se Zelensky gli fa le pernacchie e si mette di traverso col broncio a due passi da casa sua... Un ex comico strafottente e invidioso che si mette a frignare con l'Europa e con gli Stati Uniti affinché gli diano le armi per fare la voce grossa con Putin perché rivuole dei territori che avrebbero già dovuto appartenere stabilmente alla Russia fin dalla fine della guerra fredda. A tale proposito c'è stato il "Protocollo di Minsk", un accordo trilaterale preciso e dettagliato fra Russia, Ucraina e UE, siglato il 5 settembre 2014, che riguardavano proprio quelle regioni contese e che nessuno ha mai rispettato e di cui non si parla, soprattutto oggi qui in Europa, perché evidentemente non conviene a nessuno. E Zelensky che fece?! Invece di rispettare l'accordo finanziò il Battaglione Azov, un gruppo di mercenari ucraini, nazisti e insurrezionalisti, costringendo i Popoli di quei territori con metodi barbari e disumani a vivere quotidianamente nel terrore a meno che non mostrassero l'intenzione di voler "aderire" alle imposizioni stabilite dal Governo ucraino.

E questa sarebbe la nostra "democrazia" così tanto bramata e sponsorizzata a Bruxelles; ma la verità è questa, c'è poco da fare, c'è scritto DAPPERTUTTO e a chiare lettere, ma per conoscerla bisogna saper leggere e informarsi, non si può pensare di accettare passivamente le comode versioni giornalistiche che ci vengono propinate quotidianamente dalla stampa e dalla ridicola propaganda occidentale che da anni è già palesemente orientata contro Putin e contro tutta la Russia. Però di recente gli americani si sono già sfilati elegantemente da questa situazione imbarazzante, siamo noi europei che invece ci siamo cascati dentro con tutte le scarpe... Bella cazzata che stiamo facendo!!!

Certo a me dispiace essere costretto a scrivere queste cose che sembrano delle assurdità, soprattutto perché ci sono dei morti, tanti morti e tanti feriti gravi in entrambi gli schieramenti che certamente non si meritavano di fare questa fine soltanto per colpa di chi li governa; e c'è anche una Nazione semidistrutta per colpa di un pensiero distorto che faccio fatica a comprendere. Ma in questo contesto prendere delle decisioni per schierarsi con una delle due parti giustificandole con delle ridicole ideologie "espansionistiche" da parte dei Russi è veramente qualcosa di schifoso e ripugnante, e da cittadino europeo mi vergogno che nel mio Paese e nel mio Continente esista così tanta gente (troppa gente) che comincia a nutrire senza alcuna ragione un senso di odio nei confronti del Popolo russo. D'altra parte non mi sento nemmeno di condannare gli Ucraini per questo assurdo scempio, la colpa di tutte queste morti e di queste distruzioni è solo di chi li governa. Invece di mandare missili e munizioni come vuole Zelensky mandiamo medici, ospedali da campo e altri preziosi aiuti per curare e per sostenere quella povera gente e soprattutto per salvare vite! E mandiamoli dove serve, non soltanto in Ucraina...

ADDENDUM DEL 23/03/2024

Sincera solidarietà al Popolo russo per quanto accaduto al Crocus City Hall a Mosca la sera di ieri, il 22 marzo scorso. Il mio pensiero va alle vittime, feriti inclusi, e a tutte le loro famiglie. Episodi del genere dovrebbero SEMPRE essere condannati da TUTTI, anche dalle opposizioni e dalle comunità ostili al Popolo russo, e chi non lo fa non è degno di vivere su questo pianeta!

Amato se ne va, poverino...

Jan 052024

Apprendo oggi che l'ex premier Giuliano Amato si dimette da Presidente della Commissione Algoritmi per l'Intelligenza Artificiale... Fortemente sponsorizzato da tutta l'opposizione per questa candidatura (tutti i Partiti di Sinistra) io mi domando: ma che minkia c'entra Amato con gli algoritmi dell'intelligenza artificiale?! L'avesse scritti lui, almeno una parte, allora capirei... e invece quello stava lì solo per grazia ricevuta, per lo stesso motivo per cui per anni era stato eletto Presidente della Corte Costituzionale, e anche in quel caso non si capisce bene per quale assurdo delirio politico quell'uomo potesse occupare quella carica istituzionale.

Amato è quell'essere spregevole che la notte di venerdì 10 Luglio 1992, quando lui era a capo del Governo, sconvolse gli italiani annunciando un prelievo forzoso dello 0,6% da tutti i conti correnti bancari in essere in quel momento. Lui dice che l'ha "dovuto fare" per sanare i conti dell'Italia in quel periodo, io invece sono assolutamente certo che quella è stata una vera e propria rapina legalizzata dello Stato ai danni degli italiani, un'azione delittuosa palesemente anticostituzionale per la quale qualcuno oggi chiederebbe la testa di quell'uomo, e possibilmente staccata dal collo. Ricordo che mio padre a quei tempi era diventato verde dalla rabbia, se avesse potuto lo avrebbe voluto veder sparire sotto un rullo compressore in mezzo a una strada, piano piano e a marcia ridotta, a partire dai piedi. E invece no, prima non è chiaro quali altri incarichi ha avuto Mr. Amato, con buste paga stratosferiche senza considerare la cifra astronomica della pensione che percepisce e che continua a percepire. Poi per molti anni ce lo siamo dovuto sorbire come Presidente della Corte Costituzionale, con tutti i danni che ciò ha comportato, e adesso all'improvviso alla chetichella è diventato pure l'esperto assoluto di intelligenza artificiale (me cocomeri!), vagonate e vagonate di soldi pubblici in tasca a questo personaggio, tanto indisponente quanto strafottente, per giustificare sempre la sua dolorosa presenza fra le massime cariche dello Stato... Poi uno giustamente si domanda: ma perché continuare a votare questi "sinistri individui" così orrendi che continuano a caldeggiare queste cariatidi istituzionali nel più totale spregio della volontà dei cittadini che ancora oggi si ricordano di quel lontano venerdì del 10 luglio 1992?!

Ma adesso il personaggio in questione è scivolato sulla merda e ci è pure finito dentro... Al di là dell'espressione "deriva autoritaria" che ho già sentito in numerose occasioni pronunciare dal centrosinistra ma in questo caso non dall'interessato, all'improvviso se n'è uscito con queste parole prive di senso e a cavallo delle festività natalizie: “La democrazia è a rischio. L’Italia può seguire Polonia e Ungheria”, e ancora: “A loro spetta il compito di cambiare sé stessa – la sinistra – mettendo in difficoltà l’avversario politico – la destra –”. A questo punto la reazione dell'attuale Capo di Governo non avrebbe potuto essere molto diversa da quello che è stata ieri in conferenza stampa, vedi il filmato. A proposito di questa conferenza: La Meloni ha le mani piccole ma i ceffoni che ha tirato ieri a tutta la Stampa di sinistra si sono sentiti eccome! Schiaffi così forti e sonori non li avevo più visti da quando era lei la paladina dell'opposizione. Poi, naturalmente, tutti i politici che in passato hanno già dimostrato in più occasioni la loro totale incapacità a governare questo Paese e che ieri si sono sentiti coinvolti e ridicolizzati dai discorsi della Premier in conferenza stampa hanno vomitato tutto il loro folto campionario di veleni, di insulti e di ingiurie, d'altra parte gli resta da fare soltanto questo nella flebile speranza di accattare ancora qualche voto alle elezioni europee di quest'anno.

Atom

Powered by Nibbleblog