The Mozetic Carlo's WEB site

Nel mondo c'è tanta gente che "dice" di saper fare cose straordinarie, ma sono in pochi quelli che le sanno fare realmente...

Taranto - Disastri... sinistri

Jun 272019

undefined

6 settembre: ultima frontiera. Ecco i viaggi dell'astronave ArcelorMittal, durante la sua missione quinquennale diretta all'usurpazione di nuovi fondi, alla devastazione di altre forme di vita e di civiltà, fino ad arrivare là dove nessun uomo è mai giunto prima. (James Tiberius Kirk, o quasi...)

Ecco nascere una nuova spada di Damocle, il classico ricatto del terzo millennio firmato dalla nuova proprietà della più grande acciaieria d'Europa: o ci ridate l'immunità penale e amministrativa o vi chiudiamo lo stabilimento di Taranto! Non bastavano le minacce di Bruxelles di affibbiarci una procedura di infrazione con la scusa del debito elevato pur avendo rispettato i parametri economici... Non bastava il clamoroso silenzio dell'Europa, dell'Olanda e della Germania (e anche della Magistratura italiana) sul caso Sea-Watch-3 e sul suo carico di clandestini... Adesso pure gli industriali franco-indiani e con la sede in Lussemburgo (noto paradiso fiscale legalizzato all'interno della UE), freschi freschi di accordo col Governo italiano per incorporare la ex Ilva, ci ricattano d'avanti al mondo intero e senza alcuno scrupolo... Ma roba da matti!...

E poi perché ci ricattano?! Rivogliono l'immunità penale in caso di "problemi ambientali"... e perché la rivogliono? Forse proprio perché hanno intenzione di continuare a perseverare nel provocare disastri ambientali sul nostro territorio? No, non è esattamente così, il "trucco" è molto più sottile: siccome il Commissario straordinario aveva ricevuto in regalo uno "scudo" penale e amministrativo che lo preservava dalle responsabilità criminali della vecchia proprietà dell'Ilva, adesso quelli dell'ArcelorMittal non vogliono che venga eliminato questo scudo, come previsto dal Decreto Crescita... Così se nel breve periodo non si risolveranno i problemi di inquinamento dell'impianto di Taranto loro possono sempre dire che questi problemi derivavano dalla precedente sciagurata gestione, e così di fronte alla Giustizia italiana avranno un modo elegante di salvarsi le chiappe anche per il futuro... Fico no?!?

Ma a questo punto la domanda sorge spontanea: CHI E' QUESTA "VOLPE" CHE SI E' INVENTATO 'STA STORIA DELL'IMMUNITA' PENALE PER LO STABILIMENTO DI TARANTO? Eh sì perché si tratta di un diritto anticostituzionale che per la prima volta sancisce una diversa applicabilità delle Leggi italiane nei confronti di alcuni individui rispetto ad altri (leggi l'Art.3 della Costituzione), un precedente così non se l'erano inventato nemmeno nei confronti di Totò Riina... Così ho deciso di indagare e ho scoperto che... Ebbene sì, care signore e cari signori, anche questa puttanata stratosferica è stata ideata dai nostri precedenti e "illuminati" Governi, in particolare proprio dal Governo Renzi nel 2015. Sì, proprio il Governo di quel Matteo lì, quello del famoso "jobs-act", vi ricordate? Quello cioè che ha abolito l'articolo 18 e che ha spianato definitivamente la strada alla precarietà in Italia in cambio di una mancetta elettorale di 80 euro... Quello un pò esaltato che negava l'evidenza e che diceva tutto il contrario di tutto, quello che sparava cazzate in continuazione, come quella di aver dato un lavoro a un milione di disoccupati (forse era meglio dire che ha rovinato più di un milione di famiglie, perché prima ha fatto licenziare i lavoratori con contratti stabili e poi li ha fatti riassumere come precari, con la paga dimezzata e a tempo determinato). Quello che si è svenduto l'Alitalia alla Etihad e poi coi soldi degli italiani ha affittato dalla medesima compagnia aerea un bel "AirForce" personale, usato e ricondizionato per l'occasione, con quattro potenti motori per andare a fare il fico in giro per il mondo accompagnato dai suoi amichetti più leali e affidabili (leccaculo insomma). Quello che voleva cambiare la Costituzione italiana, che voleva abolire il Senato, quello che dopo otto mesi di chiacchiere e di inutili tira e molla ha fatto approvare una legge elettorale inapplicabile perché definita "incostituzionale" dal Consiglio di Stato... Quello della Leopolda, del "giglio magico", quello che di nascosto ha finito di regalare la rete Telecom ai francesi in cambio di un miserabile ok di Bruxelles a tollerare qualche decimale di deficit in più nelle nostre leggi di bilancio... Quello che ha detto ai pensionati che se volevano andare prima in pensione dovevano chiedere un prestito in banca e stipulare un'assicurazione sulla vita a spese loro. Ma sìii, quello che ha salvato le banche toscane e venete coi soldi dei risparmiatori, quello che si è impossessato del PD e che si è portato in Parlamento solo gli amici suoi e tutti gli altri li ha gentilmente messi alla porta invitatandoli pure a lasciare il Partito (praticamente li ha buttati fuori a calci nel sedere)... Quello che diceva di voler rottamare tutto e tutti e che invece alla fine si è rottamato da solo, trascinandosi dietro tutto il PD, o quello che ne era rimasto... Sìii, proprio lui, proprio quel Matteo lì!...

E vediamo come ci sono arrivati questi gran "scienziati" a partorire questa norma dell'immunità penale: il 5 gennaio 2015 esce un bel Decreto Legge che potete leggere cliccando QUI in cui all'Art. 2, comma 6 (pag.4), ci sono scritte le testuali parole in riferimento alla ex Ilva di Taranto: "Le condotte poste in essere in attuazione del Piano di cui al periodo precedente non possono dare luogo a responsabilita' penale o amministrativa del commissario straordinario e dei soggetti da questo funzionalmente delegati, in quanto costituiscono adempimento delle migliori regole preventive in materia ambientale, di tutela della salute e dell'incolumita' pubblica e di sicurezza sul lavoro."

Ma non finisce qui: se notate di seguito a tale provvedimento che è stato convertito in legge il 4 marzo 2015 (il cui testo definitivo potete leggerlo cliccando QUI) a pag.12 c'è scritto anche che: "La regione Puglia, al fine di assicurare adeguati livelli di tutela della salute pubblica e una piu' efficace lotta ai tumori, con particolare riferimento alla lotta alle malattie infantili, e' autorizzata ad effettuare interventi per il potenziamento della prevenzione e della cura nel settore della onco-ematologia pediatrica nella provincia di Taranto, nei limiti di spesa di 0,5 milioni di euro per l'anno 2015 e di 4,5 milioni di euro per l'anno 2016."

Cioè, in sostanza: per l'Amministrazione straordinaria della ex Ilva in caso di disastri ambientali è prevista l'immunità penale e/o amministrativa, pertanto non si va in galera né per i morti di cancro e neppure per per i miliardi che spariscono, e ovviamente queste garanzie i dirigenti dell'ArcelorMittal vorrebbero che fossero mantenute anche in futuro, a differenza di tutti gli altri poveri comuni mortali cittadini; mentre per quei poveracci che sono già ammalati o che si ammaleranno di tumore negli anni avvenire per colpa dei disastri ambientali provocati dalla ex Ilva, ma anche per ciò che la gente di Taranto si respira oggi e che probabilmente si respirerà anche in un prossimo futuro, prevediamo di aumentare i fondi destinati alla lotta contro il cancro nella regione Puglia con qualche spicciolino che ci avanza... ma questo solo fino al 2016 però! E dopo?!? E dopo... salutame a soreta! QUESTO è quello che ha scritto e che ha fatto approvare in Parlamento il Governo Renzi nel 2015 imponendo il voto di fiducia, niente di più e niente di meno. A questo punto Montalbano salterebbe sulla seggiola esclamando "mmminkia!" Embé, tali passaggi in una Legge dello Stato italiano si commentano da soli, non mi pare sia necessaria una ulteriore "traduzione"... E questa grandissima "pensata" di soggetti particolarmente sapienti, colti e illuminati è stata firmata da: il Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi, l'allora Ministro dello sviluppo economico Federica Guidi, il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare Gian Luca Galletti e dal Ministro dei beni e delle attivita' culturali e del turismo Dario Franceschini... Controfirmato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dal Guardasigilli Andrea Orlando. Urka l'oca!

Ma dovremmo ringraziare anche l'ex Ministro Carlo Calenda (altra grande eccellenza del precedente esecutivo, il sostituto della Ministra Guidi che nel frattempo era scivolata nel tritacarne delle intercettazioni e si è dovuta dimettere), e che ha dato un'ampia dimostrazione delle sue notevoli capacità di Ministro dello sviluppo economico (versione 2.0) mettendo in piedi un finto teatrino, tanto ridicolo quanto ignobile con l'unico scopo di accontentare oscuri soggetti di dubbia credibilità, chiamato impropriamente "Bando di gara per l'assegnazione ai privati dei canali radio OM dismessi dalla RAI". Per chi fosse interessato QUI c'è la parte conclusiva di tutta quella strana storia, però bisogna saperla leggere BENE per capire da dove si è partiti e soprattutto dove invece sono arrivati questi furbacchioni...

Dopodiché il Ministro-genio ha iniziato le trattative con i "benefattori" della ArcelorMittal, trattative che aveva già concluso in quattro e quattr'otto, giusto in tempo per potersene vantare in campagna elettorale, tollerando ben 700 esuberi in più di quanto poi sono stati gli accordi con l'attuale Governo in carica. E intanto questi "benefattori", scelti a suo tempo dall'encomiabile Ministro Calenda e che purtroppo ormai avevano il coltello dalla parte del manico, non appena hanno definitivamente siglato l'accordo con le attuali Autorità italiane hanno subito messo 1400 persone in cassa integrazione con la scusa ridicola che purtroppo il lavoro è diminuito... E dopo tutto questo devastante scempio, legge elettorale compresa, ancora oggi Zingaretti e i suoi gregari si compiacciono delle attività svolte nella precedente legislatura e, affranti, si domandano come mai la maggior parte degli Italiani hanno deciso in massa di cambiare registro e di mettere qualcun altro a governare questo Paese... Chissà come mai... mmmah!...

Atom

Powered by Nibbleblog